La band si è formata a Roma nel 2010. Il nome “File Not Found” è stato scelto per il suo impatto e la sua sonorità, così come per la sua internazionalità. In secondo luogo, ma non meno importante, per rendere omaggio al mondo dei computer e del web che ha avuto un ruolo fondamentale per la formazione della band.
Infatti, oltre a Leonardo e Claudio che si sono conosciuti al liceo, Marco e Christian Di Bartolomeo (primo chitarrista solista) hanno aderito al progetto attraverso i social network, rispondendo ad un annuncio sul web.
L’importanza del web è stata ancora maggiore durante lo scambio dati, attraverso “file sharing”, che i componenti della band hanno effettuato durante la composizione del loro primo album.
Gli FNF potrebbero essere definiti come una band metal, ma ascoltando le loro canzoni sarà subito chiaro che essi sono influenzati da altri generi musicali.

Altre curiosità riguardanti la band sono contenute all’interno di questa bella intervista!!

SWZ: Ciao ragazzi, presentatevi ai lettori della nostra webzine !
FNF: Ciao a tutti, noi siamo i File Not Found una band Romana attiva da diversi anni. Facciamo Metal con testi in Inglese e potete ascoltare il nostro album “Firewall” nelle principali piattaforme di streaming o acquistarlo negli store digitali.

SWZ: All’interno della band avete tutti gusti diversi ? Oppure vi accomuna uno stesso genere ?
FNF: Ognuno di noi ha un background differente: c’è chi ha iniziato a suonare ascoltando grunge, hard-rock, metal, progessive… quindi gli ascolti sono diversi e continuano a variare e le loro influenze sulla nostra musica sono probabilmente evidenti. Cerchiamo di mixare i gusti musicali leggermente differenti tra di loro per creare un nostro sound ed un nostro stile.

SWZ: Qual è stato l’episodio che ha fatto nascere il progetto File Not Found ?
FNF: Il seme dei File Not Found è nato, come spesso accade, tra i banchi di scuola (Leonardo e Claudio si sono conosciuti alle superiori) e poco dopo il diploma hanno iniziato a scrivere pezzi originali. Alcuni di essi, dopo opportuni cambiamenti, sarebbero poi stati incisi in “Firewall”.
Il progetto File Not Found, però è nato con l’arrivo di Marco Cinti alla batteria, con il quale le canzoni scritte da Leonardo e Claudio hanno preso forma cosi come l’idea che avrebbe poi portato a “Firewall” con l’arrivo del nostro primo chitarrista solista Christian Di Bartolomeo.

SWZ: Vi piacerebbe inserire una seconda voce femminile in pianta stabile ?
FNF: In questo momento no. Abbiamo un’idea su come dovrà essere il prossimo album e pensiamo che una voce maschile sia più adatta.

SWZ: Come reputate il veicolo internet al giorno d’oggi ?
FNF: Il ruolo del web è fondamentale. Per una band, soprattutto underground, che propone musica oggi è importantissimo usare internet come veicolo per portare la propria musica a più orecchie possibile. E’ importante comunque non confondere le due cose: la musica è il primo biglietto da visita, la presenza e l’uso che la band fa del web è secondario.

SWZ: Con chi vi piacerebbe andare in Tour ?
FNF: Bella domanda. Ovviamente non possiamo non nominare i mostri sacri del Metal come Metallica, Iron Maiden, Dream Theater; pensando invece alle band più “giovani” sicuramente: Gojira, Killswitch Engage, Trivium, Disturbed…

SWZ: Preferite la scena live Italiana o Estera ?
FNF: Sicuramente per il genere che proponiamo e per le band che ascoltiamo preferiamo la scena estera, ma ovviamente il nostro obiettivo e di poter suonare le nostre canzoni il più possibile anche in Italia.

SWZ: Salutate i nostri lettori con un messaggio !
FNF: Grazie per averci dato la possibilità di fare due chiacchiere con voi, speriamo di risentirci presto per presentarvi il nostro nuovo lavoro. Per chi ci sarà ci vediamo il 5 Luglio a Roma al Traffic in occasione della presentazione della “Deep Impact Compilation” di Ghost Record Label.