Crea sito

Online “Garuda”, un videoclip interattivo con tre finali differenti

Si intitola “GARUDA” ed è il nuovo lavoro di SLOW WAVE SLEEP, più vicino ad una serie di Netflix che ad ogni altra produzione discografica della musica attuale Italiana.
Forte della collaborazione con il regista di film horror Maurizio Del Piccolo, il video si articola in tre finali selezionabili dopo una prima parte comune, a cui corrispondono tre diverse atmosfere musicali.
La musica diventa liquida sul serio. Come un fiume che prende direzioni diverse per arrivare al mare, l’ascoltatore è trascinato avanti e indietro nel tempo e più direzioni. Il primo finale infatti è tratto da “Spiro nell’Ecosistema”, terzo disco registrato in presa diretta con la band, mentre il secondo è preso da “Chroma”, lavoro electro-rock sinfonico prodotto interamente da Emilio Larocca Conte, mente del progetto. Dall’8 Settembre è disponibile online il terzo finale dal mood minimale, che proietta in una dimensione parallela, prodotto utilizzando solo l’uso di voci e campioni.
Slow Wave Sleep è un progetto cross-mediale che ha lo scopo di raccontare storie attraverso una musica che supera il concetto di genere musicale, proponendo un’alternativa alle proposte commerciali. Ogni disco è un concept album, ma nelle singole canzoni spesso non c’è un riferimento esplicito al concept per poterle essere prese anche singolarmente.
L’intero concetto riguarda Rèfles, un personaggio immaginario che vive nel mondo degli Archetipi. È il custode delle emozioni represse degli umani che, se non rilasciati, diventano parte del suo corpo sotto forma di plasma nero. Siccome ha raggiunto dimensioni preoccupanti, recentemente decide di incarnarsi in Spiro, un pescatore solitario che ora possiede metà sangue nero. La sua missione è di restituire tutte le emozioni agli umani dipingendo tre strisce sul volto delle persone durante il sonno con il suo sangue nero.

Slow Wave Sleep è un progetto ideato e guidato da Emilio Larocca Conte per scrivere colonne sonore di racconti ambientati in un mondo surreale.
Dopo un periodo iniziale di demo strumentali, il disco d’esordio L’Ultimo Uomo viene composto in una stanza singola di Berlino e pubblicato a Gennaio 2018, accompagnato dai video di Parresìa e Ragnarök. Con questo disco Emilio costruisce una sorta di parco giochi musicale gratuito per tutti, mescolando generi, strumenti tradizionali, musica elettronica, visioni oniriche e attitudine punk.
Pochi mesi dopo esce il secondo disco Chroma, accompagnato dal videoclip di Elogio della Follia prodotto grazie ad una campagna crowdfunding (brano presentato a Sanremo Giovani 2019).
Nello stesso periodo nasce una band per portare il sonno ad onde lente dal vivo sui pachi d’Italia, tra cui il Meeting del Mare (con Franco126) e la finale di Sanremo Rock al Teatro Ariston.
Il 25 febbraio 2019, Emilio, Gilberto, Stella e Gabriele entrano in studio per registrare Spiro nell’Ecosistema, il nuovo disco in presa diretta, aiutati di Mimmo Crudo (OndAnomala, Il Parto delle Nuvole Pesanti).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: