Crea sito

Perfect View, la potenza del Melodic Hard Rock

La band nasce da un’idea del batterista Luca Ferraresi, il chitarrista Francesco “Joe” Cataldo ed il cantante Massimiliano Ordine.

Pochi mesi dopo la line-up viene completata dal tastierista Pier Mazzini e dal bassista Cristian “Cris” Guerzoni.

Dopo qualche mese di jam-session in sala prove, vengono composte svariate songs inedite, 13 delle quali troveranno posto nel CD di esordio, con sonorità vicine a band del calibro di Whitesnake, Dokken, Winger, Journey, TNT, etc.

Se questa piccola premessa vi ha incuriosito, leggetevi questa interessante intervista.

SWZ: Benvenuti Perfect View. Ci volete raccontare qualcosa di voi, riassumendo un po’ la vostra carriera? 

Frank: Riassumere in breve 12 anni di storia e’ dura, ma ci proviamo. La band nasce nel 2008 da un’idea del batterista Luca Ferraresi, il chitarrista Francesco “Joe” Cataldo ed il cantante Massimiliano Ordine. Pochi mesi dopo la line-up viene completata dal tastierista Pier Mazzini e dal bassista Cristian “Chris” Guerzoni. La band firma un contratto con la label tedesca Avenue-of-Allies che si prende carico della distribuzione e della promozione del CD d’esordio, l’album si intitola “Hold Your Dreams” e viene pubblicato in tutto il mondo il 15 Ottobre 2010. Il 30 Marzo 2012 Cris abbandona ed io lo sostituisco. Avenue of Allies pubblica la “Special Edition 2012” dell’album “Hold your dreams”,contenente la bonus track “No Mercy”.Sempre in quell’anno viene pubblicato il primo videoclip ufficiale della band, la canzone e’ “Hold Your Dreams”. Nel 2014 La band in parallelo con il consueto tour,inizia la promozione web ed un “Radio Tour” di presentazione del nuovo disco.RED MOON RISING vedra’ la sua uscita il 23 Maggio 2014. Il 29 Novembre esce per RUBICON MUSIC la versione limitata per il mercato Giapponese dell’album, con una bonus track. La canzone e’ “A Reason To Fight” (gia’ contenuta nell’album d’esordio) in versione live-unplugged. Nel 2015 Pier lascia la band e viene sostituito da Marco Tedeschi alle tastiere. Ad Ottobre, Babba (Marco Ciancio) prende il posto di Max e diventa ufficialmente il nuovo cantante dei PERFECT VIEW.La band quindi si concentra esclusivamente nella produzione di circa 20 demo. Nel 2018 i PERFECT VIEW firmano il nuovo contratto con l’etichetta Danese “LIONS PRIDE MUSIC”. Il 1° Ottobre esce il video clip ufficiale della band, “Stop me, Kill me, Leave me”. Il terzo album della band, “TIMELESS”, e’uscito il 29 Ottobre 2018. A Dicembre Davide “Dave”Lugli, sostituisce il batterista Luca Ferraresi. Il 13 Febbraio del 2019 esce sempre per Rubicon Music la stampa Giapponese. la bonus track e’ Where The Wind Blows (tratta da Red Moon Rising) in chiave acustica. A novembre la band stringe una collaborazione con INFINITYHEAVY (Press Agency) di Monica Atzei, e a Dicembre Alberto Bettini diventa il nuovo tastierista dei Perfect View sostituendo Marco Tedeschi. 

SWZ: Come si è è evoluta la vostra musica dagli inizi ad oggi?

Joe: Qualche addetto ai lavori ha notato una maggiore coerenza/coesione stilistica. Se nel primo album i brani potevano sembrare musicalmente un po’ meno coesi, con “Red Moon Rising” aumenta il focus musicale offrendo all’ascoltatore una unità di sound e genere che prima era meno evidente. Con “Timeless” questo percorso acquista probabilmente ancor maggiore valenza. Non rinunciamo ad una certa eterogeneità stilistica, dove coesistono diverse influenze musicali, ma crediamo che nel corso degli anni e degli album sia andato delineandosi uno nostro stile più marcato e riconoscibile. 

SWZ: Quali band vi hanno e secondo voi hanno avuto più peso nel forgiare il vostro sound?

Frank: Il sound Perfect View, e’ un’insieme di caratteristiche musicali che ci hanno fatto appassionare a questo genere. Tali caratteristiche, le si possono trovare in band come Queensryche, Toto, Dokken, Winger, KISS, Journey, TNT, Alter Bridge, Bad English… ce ne sarebbe tante altre in verita’. 

SWZ: Da dove arrivate e che scena c’è dalle vostre parti?

Alberto: Noi siamo di Modena. La scena musicale della zona è prevalentemente caratterizzata da Cover e Tribute Band che vengono convocate facilmente dai locali e richiamano molto pubblico. Purtroppo quest’ultimo al giorno d’oggi è influenzato dal nome dell’artista o dal nome della Band a cui si fa il tributo, rendendo la situazione più difficile a band come la nostra che suonano musica originale. Fortunatamente ci sono ancora locali che si “avventurano” per strade meno sicure, promuovendo artisti che propongono prodotti inediti ricercando l’originalità dei brani. Purtroppo però sono pochi. Nonostante le difficoltà, la nostra passione ci porta ad andare avanti e a comporre nuova musica, impegnandoci sempre più a garantire un buon prodotto. Purtroppo però non sempre la qualità paga. Infatti non solo è comunque difficile trovare agenzie che organizzano concerti, ma queste spesso chiedono ingenti somme di denaro, senza garanzia di date certe e rientri economici. Nonostante queste difficoltà, noi comunque grazie alla nostra perseveranza ci poniamo come priorità assoluta la qualità della musica che componiamo e che speriamo arrivi e sia apprezzata da un pubblico sempre più vasto. Questo ci spinge a non mollare! 

SWZ: Cosa state preparando adesso? State già componendo nuova musica?

Davide: In questi ultimi mesi purtroppo siamo stati frenati dall’emergenza Covid 19, che ha impedito di incontrarci fisicamente. Ciò ci ha permesso comunque di lavorare individualmente su nuove idee per comporre brani per il prossimo album. Non appena ci rivedremo faremo il punto della situazione, uniremo le idee e andremo avanti con i nostri progetti. Prima dello stop forzato stavamo ultimando la scaletta per i live ed iniziando a comporre musica per i nuovi brani. 

SWZ: Chi ha realizzato la copertina del vostro ultimo album e cosa rappresenta? 

Babba: L’artwork di Timeless è stato realizzato interamente dal “Capitano” Frank Paulis, che oltre a suonare il basso nella band, ha messo a disposizione le sue doti artistiche per questa parte importante nella produzione dell’album. L’idea in stile Steampunk si adatta perfettamente alla nostra idea e al titolo del disco.

Alberto: l’immagine rappresenta l’indefinibilità del tempo, proprio come il nostro genere musicale che si potrebbe collocare negli anni ’70, così come nei giorni nostri. Troviamo inoltre il logo “PV”, che richiama le copertine degli album precedenti, analogamente allo scarabeo nella copertina degli album dei Journey, una delle nostre band di riferimento. 

SWZ: Come descrivereste il vostro sound a chi non lo conosce? 

Alberto: Il nostro genere è un Hard Rock con venature AOR ed elementi Prog. Ognuno di noi ha una diversa formazione musicale, e le nostre conoscenze hanno senza dubbio influenzato la musica da noi prodotta, creando un genere unico PERFECT VIEW. Se volessimo proprio inquadrarlo, potremmo dire che si avvicina innanzitutto al Rock anni ’80, con influenze da band AOR come i Journey, riscontrabili nei tratti più melodici, e da band come Queensryche, in quelli più Prog. Queste però sono solo due delle diverse, e altrettanto importanti band (come citava Frank) che ci hanno influenzato nella nostra crescita musicale. 

SWZ: Siamo alla fine, concludete come volete!

Perfect View: Ringraziamo tutto lo staff di Sounds Waves Zine per questa opportunità concessa. Invitiamo tutti coloro che leggeranno questa intervista ad ascoltare la nostra musica sulle piattaforme Youtube e Spotify, e se vi piace, a iscrivervi sul nostro canale Youtube e seguirci sulla nostra pagina Facebook. Invitiamo inoltre i veri appassionati di musica a supportare le band che producono e suonano musica inedita e meritevole, sia sulle piattaforme digitali sia partecipando ai concerti. Solo così si possono promuovere musicisti talentuosi nell’originalità e nella qualità, e non solo quelli che pur di suonare si limitano solo a replicare musica di altri che potrebbe non rispecchiare neanche la loro reale passione. Stay rock!! 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: